Ayurveda · 28. marzo 2020
In un momento di crisi e di disorientamento come questo è importante ricordarsi che non siamo in completa balia dei batteri e dei virus che circolano per il planeta e che abbiamo la possibilità e la responsabilità nelle nostre mani di agire in modo da ,mantenere la nostra immunità. In questo articolo vi metto a disposizione un video sui fattori che influenzano positivamente il nostro sistema immunitario e un paio di ricette da introdurre fin d'ora nella vostra routine quotidiana.

riflessioni · 15. marzo 2020
Ora ci si ferma. E non solo si ha il permesso di fermarsi bensì l’obbligo. Questa calamità, sicuramente tragica per le persone colpite direttamente o indirettamente dall’infezione e pericolosa per la sua virulenza e mortalità, può essere sotto alcuni aspetti per noi spettatori parcheggiati nei nostri rifugi una benedizione. È momento di mettere radici in sicurezze che non sono fate morgane. È il momento di mettere radici nel nostro cuore, dentro noi stessi e di non cercare nuovi appigli là fuori

riflessioni · 04. settembre 2018
Voglio vivere in un mondo dove una carezza a un bambino, un sorriso a un vecchio, un qualisasi piccolo gesto d'amore non sono meno importanti di un contratto di una multinazionale, di un guadagno dai molti zeri, Voglio vivere in un mondo dove la gioia non deve essere giustificata da valide ragioni e viene vissuta giornalmente riempiendo tutti gli spazi vuoti dell'esistenza al di fuori dagli impegni, dai dolori e dalle preoccupazioni....

04. giugno 2018
Siamo entrati in una nuova era artistica all’insaputa degli intellettuali e dei critici: quella dell’arte feconda. Un salto di coscienza, un passo verso una consapevolezza più profonda nata dall’introspezione e dal sentire universale viene ispirato dal sottile alito leggero e „biodegradabile“ dell’arte. L’arte in generale e così anche la letteratura smettono di avere un solo fine estetico o di rottura dai vecchi schemi che ci hanno soffocato e inizia a costruire...

riflessioni · 09. febbraio 2018
I nostri propositi per il nuovo anno 2018 sono molti e i desideri profondi. L'unica cosa che ci divide dall'avverarsi di tutti questi Sogni è che attribuiamo al mondo esterno la possibilità vera di cambiamento ma non facciamo un primo passo importante. Il primo passo da intraprendere è fare pace con noi stessi e sigillare cosí un'amicizia essenziale per qualsiasi altro progetto futuro della nostra vita: l'amicizia con noi stessi.

riflessioni · 25. novembre 2017
Le danze della vita....Impronte incomprensibili, piroette pericolose, apparentemente inutili, decorano il terreno del nostro vissuto... E continuiamo a ballare ininterrottamente, a volte in ritmo con la musica universale che miracolosamente ci culla sulla scala delle sue note; a volte invece sgraziatamente in mezzo al baccano dei nostri moti interiori e il rumore dissonante dei nostri pensieri...

24. settembre 2017
Il vento è libero..va dove vuole … ma ho imparato che non siamo completamente in balia di esso … ma compartecipi … se lo conosciamo sappiamo trovare la giusta rotta e capire fin dove potersi spingere... c’è un punto in cui il lasciarsi condurre ed essere protagonisti trova un incontro armonioso e perfetto..e quella è la giusta rotta ….

14. settembre 2017
E forse oggi è il momento buono, quello che rimandiamo sempre... Oggi possiamo essere nuovi, accogliere la vita con meraviglia...

04. settembre 2017
Cari lettori, sono appena tornata dalla solitudine dell’Hermitage sull’isola del Giglio. L’essere appartati, in eremitaggio, con solo fratello e specchio il mare è un’esperienza sempre forte, toccante e trasformante. Il mare si muove costantemente con le sue onde, i suoi venti, i suoi colori e ispira, sussurra, racconta. Ci racconta di noi stessi e delle regole che guidano l’universo. Il giorno prima della mia partenza, ritornata alla spiaggia del continente, ho conosciuto un...

09. luglio 2017
Così tante forze agiscono fuori e dentro di noi. Nell'era del digitale anche la vita di ognuno di noi sembra accellerarsi. Nessuno di noi ama vivere nel malessere. Eppure se non ci fermiamo a guardare silenzosi e riconciglianti il dolore che abbiamo dentro non riusciremo a dissiparlo ma solo a coprirlo e la nostra irrequietezza crescerà come la quantità di veli necessari per coprire il fondo.

Mostra altro